ricercatori

Bonus ricercatori

Con il decreto Direttoriale 28 Luglio 2014 del Ministero dello Sviluppo arriva l’atteso sblocco delle risorse stanziate  per le aziende che dal 2012 hanno assunto “ Ricercatori”.

La misura incentivante, introdotta per tamponare l’esodo verso l’estero dei brillanti ricercatori Italiani, era “ferma ai  box”  da due anni, in attesa di  ricevere una regolamentazione procedurale  circa le modalità di richiesta da parte delle aziende.

Dunque finalmente,  vengono fissati il calendario e le relative modalità operative al fine di  effettuare ( le attese ) domande volte al riconoscimento del beneficio pari al 35 %del costo aziendale per le assunzioni di Ricercatori con Profili Altamente Qualificanti .

 

Le istanze potranno essere presentate dalle imprese, in modalità telematica attraverso una specifica piattaforma informatica :

  • A partire dal15 settembre 2014 per le assunzioni effettuate dal 26 giugno al 31 dicembre 2012.
  • Per le assunzioni effettuate nel corso del 2013, le istanze potranno essere presentate a partire dal 10 gennaio 2015.
  • Per le assunzioni avvenute nel 2014  le domande si potranno inviare dal 10 Gennaio 2016

Le aziende che  nel 2012  hanno avviato rapporti di lavoro rientranti nel  beneficio introdotto dal  DL 83/2012 potranno quindi, tramite procedura telematica, procedere con l’invio delle istanze.

Attenzione, la  concessione dei fondi  ( massimo  € 200.000,00 per ogni azienda richiedente ) avverrà fino ad esaurimento delle risorse disponibili  (50 milioni per il 2012).  Ci aspettiamo dunque, come di consueto in queste circostanze, una corsa al Click Day, in quanto le domande verranno esaminate in base all’ordine cronologico di arrivo.

Le assunzioni agevolate riguardano:

  • Soggetti in possesso di un dottorato di ricerca  universitario conseguito in Italia o all’Estero
  • Soggetti impiegati  in attività  di ricerca e sviluppo  in possesso di laurea magistrale.

Si ricorda che la misura dell’incentivo è pari al 35% del costo aziendale annuo per ogni rapporto incentivato, nel limite massimo di € 200.000,00 annui per azienda. Attenzione però al calcolo del limite, in quanto i benefici in questione rientrano nel computo del limite  degli aiuti di stato  “De Minimis”.

Per le aziende che hanno assunto dal 26/06/2012 al 31/12/2012 il termine per l’invio delle domande è fissato al 15 Settembre 2014 .